La rivoluzione di Milano, si "viaggia" verso il cielo

palazzoregionenuovo.jpg

Milano va sempre più in alto. E a battere il record detenuto con onore dal Pirellone di palazzo più alto (costruito da Gio Ponti) ci sarà il "Pirellone2" ovvero il nuovo palazzo che sarà la nuova sede della Regione Lombardia (fonte foto).

La nostra città ha da sempre scelto l'altezza come suo tratto distintivo, ben rappresentata dalle guglie del Duomo, dalla madunìna dorata svettante sopra le nostre teste (a 108,5 metri. La statua è alta 4,16), dalla Torre del Fila­rete al Castello Sforzesco (70 metri) o dalla Torre Vela­sca.

La "città che sale" profetizzata da Boccioni nel 1910 ha iniziato a realizzarsi con Ponti e il suo grattacielo di 127,40 metri, battuto solo dalla cupola di Michelangelo di San Pietro (136 metri) e dalla Mole Antonelliana di Torino (167 metri).

Il Pirellone divenne nel 1960 il simbolo della borghesia del Nord e del boom economico. Venerdì prossimo invece il nuovo gratta­cielo raggiunge­rà e supererà l'altezza dell'illustre predecessore con i suoi 161,9 metri.

Come spiega Formigoni

"Alle 21.30 sulla sommità del cantiere verrà collocata una pietra di quota che segnerà 127,40 metri"

Sulla cosiddetta "pietra di quota" verrà posizionata la Madonnina di Cantiere, una miniatura della Madonnina del Duomo.

Carlo Monguzzi dei Verdi ovviamente prende un po' in giro il governatore

"Uno spreco da 400 milioni di euro, un'opera di cui non c'era alcun bisogno, con 40mila metri quadri di spazi che rimarranno forse inutilizzati. Dopo il 'celodurismo' di Bossi ora c'è anche il 'celoaltismo' del presidente"

Ci sono però altri grattacieli che andranno a insidiare il primato dei due Pirelloni, e saranno quelli di Ci­tyLife: si va dai 170 metri del grattacielo Li­beskind, ai 185 metri del grattacielo Hadid fino ai 215 metri del grattacielo Isozaki.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO