E' morto padre Gianni Baget Bozzo, il religioso consigliere di Berlusconi

bagetbozzo.jpg

Padre Gianni Baget Bozzo, è morto questa notte nel sonno, a 84 anni, nella sua abitazione privata di Genova. Lunedì prossimo alle 11,30 saranno celebrati i funerali, nella parrocchia Sacro Cuore di San Giacomo di Carignano. Il celebrante sarà l'arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco.

Era nato a Savona l'8 marzo 1925, fu ordinato sacerdote il 17 dicembre 1967, quando aveva 42 anni. Laureato in legge iniziò la sua carriera politica in Democrazia cristiana, poi negli anni Ottanta si spostò su posizioni socialiste. Fu candidato da Bettino Craxi al Parlamento europeo nel 1984, e l'anno dopo venne sospeso a divinis dall'allora arcivescovo di Genova, Giuseppe Siri. Nel 1989 divenne Europarlamentare. Dopo Mani Pulite che, come si apprende da Corriere della sera, travolse Craxi e il Partito socialista, si avvicinò a Silvio Berlusconi. Fondò con lui Forza Italia.

Teologo con la passione per la politica, divenne di Panorama, Il Giornale e de Il Secolo XIX. Era tra i consiglieri più ascoltati dall'attuale presidente del Consiglio. Sostenitore dell'insegnamento teologico di Joseph Ratzinger scrisse diverse opere di saggistica religiosa.

L'ultima sua dichiarazione? Sul divorzio più chiacchierato dell'anno, quello del premier Silvio Berlusconi da Veronica Lario:"E' un fatto personale, chiosò don Gianni Baget Bozzo, non ha per ora nessuna valenza politica. La valenza politica potrebbe averla, ma dipenderà da come verrà condotta la questione". E ancora: "Non penso che la signora sia strumentalizzata dalla sinistra, penso invece che questa sia una battaglia tutta sua, combattuta però su un piano politico, che cerca di screditare la figura di Berlusconi mostrandolo come figura dubbia".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO