Torino, città blindata: si temono nuovi scontri contro il G8 delle università

torino-19maggio2.jpg

UPDATE! Ore 13,45:
Continuano gli scontri. Gli studenti stanno tentando lo sfondamento mentre la polizia ha lanciato alcuni lacrimogeni. Ci sono feriti. Su Torino 2.0 tutti gli aggiornamenti in diretta.

UPDATE! Ore 13,30:
Primi scontri al corteo dell'Onda tra polizia e manifestanti.

UPDATE! Ore 11,45:
Torino 2.0 sta seguendo il corteo pubblicando i video in diretta dalla manifestazione. Qui trovate tutti i video.

qiktorino1.jpg qiktorino2.jpg qiktorino3.jpg
...

Torino è una città blindata. Il G8 delle università, che riunisce i rappresentanti di 200 atenei di tutto il mondo, è iniziato fra le tensioni. Ieri i primi scontri tra le forze dell'ordine e i manifestanti, e oggi la preoccupazione aumenta in vista del maxi-corteo dell'Onda che inizierà alle 10,30.

I giovani sono arrivati da tutta l'Italia e dall'estero, specialmente da Francia, Spagna e Grecia. Saranno tra i 4500 e i 6000 di diverse matrice e idea della protesta che scenderanno in piazza. Il timore è che tra loro ci siano anche disturbatori di professione e anarco-insurrezionalisti.

Il percorso della manifestazione è lungo e pieno di obiettivi sensibili. Attraversa il centro storico fino ad arrivare nel castello del Valentino, la sede della facoltà di Architettura, dove i Rettori stanno concludendo il loro incontro. Oltre mille i poliziotti, i carabinieri e i finanzieri dispiegati in città, molti dei quali in borghese.

La mobilitazione studentesca di ieri, come documenta Torino 2.0, è iniziata fin dalle prime ore del mattino, quando i 41 rettori avevano appena fatto ingresso nello storico Castello del Valentino. I manifestanti li hanno accolti con cori da stadio, fumogeni colorati e striscioni. Poi si è scatenata la protesta con lancio di uova, cassonetti rovesciati e diversi tafferugli. 

Francesco Profumo - rettore del Politecnico di Torino che organizza il G8 delle università con la Conferenza italiana dei rettori e la Commissione italiana dell'Unesco - ha offerto agli studenti la sua disponibilità al dialogo: "Siamo aperti alle loro richieste  e disponibili ad incontrarli".

"Non accorriamo come servi al primo richiamo dell'imperatore", ha raffermato un portavoce del movimento di protesta. "Accetteremo il dialogo soltanto se dichiareranno annullato e fallito questo insostenibile G8", ha concluso.

Video, foto e molto altro sul G8 delle università clicando su Torino 2.0

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO