Come non usare Facebook: impiegata licenziata per un gruppo "poco furbo"

fessbuk.jpg

Ingenuità se volete, imprudenza, o poco senso dell'umorismo dell'azienda. Qualunque cosa sia quel gruppo su Facebook creato da Sara Amlesù, una ragazza di 36 anni, le è costato il posto di lavoro. Non direttamente, perchè è stata costretta a dimettersi, però la storia di Sara ricorda quella Kimberley Swann, una teenager inglese licenziata dopo aver definito "noioso" il suo lavoro sul popolare social network.

Sia gruppo che profilo personale di Sara sono spariti, ma il Corriere riporta quello che c'era scritto sulla bacheca

"Se anche tu, come me, ti svegli al mattino pen­sando... No, anche oggi in Da­nieli/ Se anche tu, come me, quando conosci un friulano o un genovese non puoi fare a meno di pensare mal comune mezzo gaudio/ Se anche tu, co­me me, dopo una giornata in Danieli sogni il barettino a Santo Domingo/ Se anche tu, come me, ringrazi la Danieli solo per gli amici/ Sei il benve­nuto"

Il gruppo si chiamava "Noi poveri sfigati che lavo­riamo in Danieli" e la giovane spiega:

"l'ho creato per sentir­mi simpatica e fare amicizia con i colleghi che lavorano nelle altre città d'Italia, Udine e Genova. Non voleva essere offensivo. Eppu­re mi è crollato il mondo ad­dosso: in dieci minuti ho visto finire la mia carriera. E per che cosa? Per Facebook"

Sul web è già spuntato nuovamente il suo curriculum vitae con già segnato l'anno "2009" come termine della sua esperienza lavorativa in Danieli.

"È stato un falli­mento: mi ritrovo ora a 36 an­ni senza un lavoro, con la con­sapevolezza che per leggerez­za ho buttato la mia vita. Lo di­co perché altri non commetta­no lo stesso errore, perché io ho pagato per tutti"

Però in un certo senso Sara può consolarsi, perchè sempre su Facebook è comparso un altro gruppo: "RIASSUMETE Sara Amlesù". Chissà se l'azienda troverà anche questo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO