Pubblicato per errore negli Usa un rapporto top secret con la mappa dei siti nucleari

gpo.jpg

E' polemica negli Usa dopo che il governo federale statunitense ha pubblicato per errore un rapporto segreto contenente informazioni riservate riguardo centinaia di siti nucleari civili.

Tra i documenti pubblicati ci sono anche le mappe che mostrano l'esatta collocazione dei depositi. La lista sarebbe stata trovata sul sito del Goverment Printing Office e si tratta di una "svista" pericolosissimo (per ovvi motivi).

Intanto è stata aperta immediatamente un'inchiesta per scoprire come sia stato possibile avere tra le mani quei documenti e soprattutto si cerca di scoprire chi abbia reso pubblico il rapporto.

In totale si tratta di 226 pagine "highly confidential". Però il materiale non era "classified": in parole povere era un documento riservato ma non nascosto.

Tutto questo materiale era stato raccolto per essere trasmesso nei prossimi mesi all'Agenzia per l'Energia Atomica dell'Onu nell'ambito di un processo di maggiore trasparenza riguardo al nucleare civile che gli Stati Uniti hanno avviato nella speranza di poter spingere l'Iran (e altri paesi) a fare lo stesso come spiega il Corriere.

John Deutch, l'ex direttore della Cia ora docente al Mit di Boston spiega che

"Questi errori succedono, questo è andato un po' troppo oltre ma non sembra una cosa grave"

Pare infatti che gran parte delle informazioni fossero già note. Ma secondo David Albright, presidente dell'Institute for Science and International security, queste informazioni

"possono fornire a ladri e terroristi elementi utili a organizzare un furto ed è per questo che questi dati non vengono diffusi"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO