Dopo una settimana di sciopero a Palermo si raccolgono i rifiuti con l'aiuto dell'esercito

palermo.jpg

La scorsa estate era Napoli che teneva banco con la vicenda dei rifiuti, ed è bastata una settimana di sciopero degli operatori ecologici per mettere in ginocchio Palermo. Da due giorni i netturbini sono tornati al lavoro e qualcuno di loro è stato aggredito ieri da alcuni abitanti del quartiere Zen esasperati per la mancata raccolta nella zona che ormai era totalmente sommersa dalla spazzatura.

E' stato necessario l'intervento di polizia e vigili urbani per scortare i netturbini al lavoro. Sempre a causa dell'esasperazione alcune persone hanno dato alle fiamme i cassonetti (foto Messaggero).

A dare una mano nella raccolta dei rifiuti è intervenuto anche l'esercito: in città sono arrivati 150 soldati e con loro sono arrivati anche 40 autocompattatori per smaltire in tempi rapidi le circa 4.400 tonnellate di rifiuti che si sono accumulate da una settimana a questa parte. Ricordiamo che l'azienda che gestisce il servizio di raccolta è sull'orlo del fallimento ed è per questo che gli operatori hanno scioperato.

Una scuola elementare è stata costretta a chiudere in seguito all'emergenza rifiuti. Davide Faraone, deputato regionale e capogruppo del Pd al Comune di Palermo, ha commentato la lettera di scuse che il sindaco Diego Cammarata ha scritto ai turisti: secondo l'esponente infatti è ai palermitani che il sindaco dovrebbe chiedere scusa.

Ma il portavoce dell'Italia dei valori Leoluca Orlando va già pesante come spiega IlMessaggero

"Lo scorso anno la Corte dei Conti ha denunciato la gravissima crisi in cui versa l'Amia di Palermo. Perdite, debiti, società partecipate, bilanci senza controllo, precari. Si è dovuti arrivare allo sfacelo di questi giorni perchè la Procura si muovesse. Misure emergenziali come l'invio dell'esercito o i decreti affrettati non serviranno a sanare in alcun modo una situazione ormai senza speranza, a causa degli sprechi di questi anni sui quali non c'è stato alcun controllo, politico, etico e giudiziario"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO