Cade nell'oceano Indiano un aereo yemenita con 153 persone a bordo: la sola superstite ha 14 anni

aereooceano.jpg

La giovane Baya Bakari è l'unica sopravvissuta al disastro aereo avvenuto al largo delle isole Comore. La ragazzina, che ha 14 anni, è rimasta per oltre dodici ore aggrappata ad un pezzo d'aereo in balia dell'oceano.

Baya ha raccontato al padre:

"Papà, siamo caduti in mare. Riuscivo a sentire parlare della gente. Ma non potevo vedere niente, era tutto nero attorno a me"

Ora è fuori pericolo, anche se è sotto shock e non sa ancora che sua madre è morta. L'aereo della compagnia Yemenia Air su cui viaggiava si è schiantato nella notte tra lunedì e martedì nelle acque dell'oceano Indiano.

Delle 153 persone a bordo è miracolosamente sopravvissuta solo lei. Tra i passeggeri c'erano 66 francesi. Il ministro dei trasporti yemenita ha dichiarato che il velivolo della Yemenia era stato revisionato completamente a maggio:

"È stato controllato in Yemen con gli esperti di Airbus. Era in linea con gli standard internazionali"

Ma il ministro dei trasporti francese ha spiegato che sull'aeromobile erano stati riscontrati molti difetti.

"L'A310 era stato controllato nel 2007 dalla Direzione generale dell'aviazione civile in Francia ed erano stati rilevati un certo numero di difetti. Da allora l'apparecchio non è più riapparso nel nostro Paese"

La Yemenia non è nella cosiddetta 'lista nera' dei voli, ma veniva tenuta sotto controllo per la sicurezza. Si pensa che la causa dell'incidente sia stato il maltempo. Nell'area infatti c'era vento molto forte.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO