Processo Meredith: il consulente di Sollecito ricostruisce il presunto tentativo di furto nella villetta

amandaknow.jpg

E' ripreso stamani a Perugia il processo per l'omicidio di Meredith Kercher: in aula c'erano i due imputati Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Il consulente della difesa di Sollecito ha proposto una ricostruzione di come chi entrò nel casolare di via della Pergola la notte del delitto lo fece per compiervi un furto. E il ladro poi diventato assassino sarebbe stato Rudy (già condannato a 30 anni con rito abbreviato).

Quindi la difesa del ragazzo pugliese punterebbe all'omicidio in seguito ad un tentativo di rapina. Secondo l'avvocato il sasso che ha infranto il vetro della finestra della camera di una delle coinquiline di Meredith è stato lanciato dall'esterno.

Secondo l' accusa invece si è trattato di un omicidio a sfondo sessuale con la partecipazione di più persone.

La mattina del 2 novembre 2007, quando fu scoperto il delitto, furoni ritrovati il sasso e il vetro rotto. Secondo l'accusa il vetro della finestra sarebbe invece stato rotto dall'interno per depistare le indagini.

Il consulente ha mostrato anche un filmato in cui vengono ricostruiti tre ipotetici tentativi di effrazione. Nella ricostruzione è stato usato un sasso del peso di quattro chilogrammi come quello trovato nella villetta e una finestra uguale a quella esistente.

L'udienza è proseguita poi con l'interrogatorio di testimoni citati dalla difesa.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO