Brucia la Sardegna, due le vittime dell'inferno di fuoco: l'incubo prosegue anche oggi

sardegnainfianne.jpg

La Sardegna è in fiamme e ieri ha vissuto una giornata drammatica. Da nord a sud, grossi incendi hanno sconvolto l'isola. Due i morti, entrambi nel sassarese. A Pozzomaggiore Mario Piu, un allevatore di 58 anni, è rimasto carbonizzato mentre tentava di mettere in salvo il proprio gregge; mentre a Mores è morto stroncato da un infarto mentre scappava dalle fiamme Antioco Serra di 57 anni. Numerose le persone intossicate, tra cui vigili del fuoco e volontari.

Bruciano il Nuorese, la Gallura, l'Oristanese. In campo 1500 uomini7 canadair  e 11 elicotteri del servizio regionale che, con difficoltà, stanno cercando di domare le fiamme. Dalle prime ore del mattino infatti, a causa delle temperature da record, e dei forti venti di maestrale e scirocco, sono frequenti le riprese.

Aria irrespirabile e fumo anche nella spiaggia di Scivu, nella costa sud-occidentale, dove ieri ieri circa 200 bagnanti sono rimasti intrappolati. Salvi anche i 120 turisti bloccati a Capo Pecora. Evacuata la colonia penale di Is Arenas. I detenuti sono stati fatti uscire e portati sulla vicina spiaggia. In fiamme anche un hotel Delfino di Arzachena. In salvo, grazie all'intervento dei vigili del fuoco tutti gli ospiti.

Completamente nel caos le strade dell'isola. Centinaia di vacanzieri in partenza dal porto di Olbia, sono rimasti bloccati sulle strade interrotte a tratti causa degli incendi. Per Giorgio Oppi, neo assessore all'Ambiente della Regione, si intravede una strategia criminale dietro gli incendi. E la paura non si attenua. Le prossime, scrive Daniele Puddu curatore del blog Sardegna, saranno ancora giornate di passione.

Giornate drammatiche anche in altre regioni italiane coma la Toscana e la Sicilia. Sul fronte europeo decine di migliaia di ettari di vegetazione sono stati distrutti. In Spagna più di 10.000 ettari sono andati a fuoco solo in Aragona. In Francia alcune decine di case sono andate a fuoco vicino a Marsiglia. Mentre, scrive La Pulce di Voltaire, sono 4000 gli ettari di macchia mediterranea e foreste sono bruciati nel sud della Corsica. Brucia amche il sud della Grecia soprattutto nel Peloponneso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO