Corsica shock: 16enne stermina la famiglia con un fucile da caccia

porticcio1.jpg

Una terribile tragedia ha sconvolto la Corsica. Un giovane di 16 anni ha sterminato la sua famiglia con il fucile da caccia del padre. Ha ucciso i genitori e i due fratelli minori. Il massacro è avvenuta ad Albitreccia, nel sud della Corsica, nella notte tra martedì e mercoledì. Il giovane si è consegnato alla polizia accompagnato da un parente dopo avere vagato senza meta per una giornata intera. Ha deciso di confessare dopo avere parlato con un amico.

Su La Stampa si legge:

Gli inquirenti hanno descritto una famiglia "a priori normale" e un giovane senza precedenti penali che viveva nella casa dei genitori, sulle alture di Porticcio, vicino ad Ajaccio. Agli inquirenti il sedicenne (la cui identità non è stata resa nota) è apparso "molto stanco, leggermente abbattuto e sotto shock". Non aveva dormito da ore. Secondo il suo agghiacciante racconto, nella notte tra martedì e mercoledì, ha preso l'arma e l'ha rivolta contro il padre, di 45 anni, la madre, di 47, e i due fratelli più piccoli, due gemelli di dieci anni e mezzo, uccidendoli tutti. Dopo aver commesso i quattro omicidi, il ragazzo ha buttato via l'arma e vagato per un giorno intero, senza meta, nella località di Porticcio. Avrebbe anche incontrato un suo amico, al quale avrebbe raccontato quello che aveva fatto.

Davanti agli inquirenti, il giovane ha dunque confessato tutto e, per dimostrare la sua colpevolezza, ha anche fornito le indicazioni esatte per ritrovare l'arma. Quando gli agenti sono arrivati al domicilio della famiglia, una villetta modesta costruita su un fianco della collina che si affaccia sulla baia di Ajaccio, hanno trovato i quattro cadaveri. Poi, seguendo le indicazioni del giovane, hanno ritrovato facilmente l’arma del delitto. Un’analisi balistica è in corso. Di fronte al minorenne, che si accusa dello sterminio della sua famiglia, in piena notte, mentre tutti dormivano, ma senza riuscire a dare spiegazioni, gli inquirenti preferiscono restare cauti. I dettagli della vicenda e il preciso svolgimento dei fatti non sono ancora noti. Sono sempre da verificare le informazioni fornite dal giovane, per cercare di ricostruire anche le 24 ore in cui ha vagato prima di consegnarsi alla polizia. Alcuni esperti stanno ancora tentando di costruire il suo profilo psicologico.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO