Inchiesta a Torino: eutanasia, indagata un'infermiera dell'ospedale San Giovanni Bosco

eutanasia_0999.jpg

Il tema dell'eutanasia divide le coscienze, basta ricordare il caso Welby o Englaro e ciò che è accaduto in Italia in merito a queste due esperienze umane. Quello che è accaduto a Torino, riportato dal quotidiano La Stampa, potrebbe essere un presunto caso di eutanasia attiva.

In comune alle vicende che ho ricordato solo il tema, certo, perchè, nel caso di cronaca di queste ore, la famiglia sarebbe rimasta all'oscuro di tutto e sarebbe la parte lesa.

La Procura di Torino sta indagando per cercare di capire come si siano svolti i fatti all'ospedale San Giovanni Bosco, dove un'infermiera avrebbe procurato la morte di un paziente, in coma irreversibile, mediante l'iniezione letale di un farmaco, somministrato all'oscuro dei medici.

L'uomo, Sandro Lepore, 42 anni, era un senza dimora che nei giorni scorsi aveva tentato di togliersi la vita con un'overdose di oppiacei. Poche speranze di vivere, nel momento dell'arrivo in ospedale; la morte è avvenuta ad una settimana dal ricovero.

Continua a leggere su Torino 2.0

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO