Incendi in Grecia: dopo tre giorni migliora la situazione, ma i danni ambientali sono enormi

incendigrecia1.jpg

Per il terzo giorno consecutivo ancora fiamme in Grecia: gli incendi continuano a colpire la regione dell'Attica a nord est di Atene, ma fortunatamente la situazione sta migliorando e non c'è più traccia della coltre di fumo che copriva la capitale.

Migliaia di persone nei giorni scorsi hanno lasciato le loro case, ma forse potranno ritornarci tra breve: i venti sono calati di intensità già dalle prime ore di stamattina (foto Corriere).

Un portavoce dei vigili del fuoco ha spiegato che le fiamme sono sotto controllo ad Aghios Stephanos e a Pallini mentre continuano nelle zone di Maratona e Dionisyos: qui c'è ancora pericolo per le zone abitate.

Il fuoco era partito la notte tra venerdì e sabato scorso proprio in quest'ultima zona, sotto il monte Pendeli e grazie al vento le fiamme sono arrivate anche a Nea Makri sulla costa.

Fino ad ora non ci sono vittime e i danni alle abitazioni sono limitati. Invece i danni ambientali e agricoli sembrano essere di grossa entità. Al momento non si conoscono ancora le cause degli incendi, si teme un piano per fini speculativi

Intanto sono in totale un migliaio di uomini -tra pompieri, soldati e volontari- che stanno lavorando per spegnere gli incendi insieme a centinaia di automezzi e Canadair (due italiani e uno francese). Anche Austria e Cipro manderanno aiuti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO