Roma, dopo Svastichella al Gay Village tentato incendio al Qube

svastichella1.jpg

UPDATE! 27 agosto
Davanti al gip Sardelli ha detto di essere stato provocato.

Non bastavano le aggressioni ai danni di omosessuali di Rimini e Roma, di cui ha parlato Notitia Criminis. Nella notte ignoti hanno tentato di incendiare la discoteca Qube, in zona Portonaccio, che ogni venerdì ospita la serata Muccassassina. I vigili del fuoco hanno trovato del liquido infiammabile davanti all'ingresso del locale che non ha subito gravi danni.

Il Circolo omossessuale Mario Mieli ha fatto sapere che si tratta di "un atto intimidatorio che noi siamo certi abbia origine dalla cieca violenza verso la comunità gay, lesbica e transessuale che si registra anche negli ultimi fatti di cronaca".

Intanto è stato trasferito in carcere con l'accusa di tentato omicidio Alessandro Sardelli, aka 'Svastichella', il pregiudicato 40enne che nella notte tra venerdì e sabato scorso ha aggredito e ferito due ragazzi gay fuori dal Gay Village (foto Repubblica).

Inizialmente l'uomo non era stato fermato ed erano scoppiate forti polemiche.In seguito però il gip lo ha ritenuto una persona "socialmente pericolosa" e ha emesso il provvedimento. Anche perchè l'indagato aveva numerosi precedenti penali.

L'uomo, che in passato ha fatto il pugile, il ladro di appartamenti e lo spacciatore, infatti è stato arrestato 6-7 volte, ma è sempre uscito grazie a un certificato di semi-infer­mità mentale che, come spiegano gli agenti, "lo considera un soggetto in­compatibile con il regime carcerario".

'Svastichella' si chiama così perchè, a detta di chi lo conosce, odia omosessuali e stranieri. Infatti la sua violenta reazione contro i due ragazzi gay è stata scatenata dalle effusioni che si stavano scambiando fuori dalla manifestazione. Dopo aver urlato contro di loro si è avventato sui due con una bottiglia di vetro e forse con un coltello. Uno dei due ragazzi è stato accoltellato all'addome, riportando danni a un polmone e al fegato mentre l'altro ragazzo ha avuto una prognosi di sette giorni per una ferita alla testa dovuta a una bottigliata.

Un testimone, che era intervenuto per salvare i due ragazzi, aveva raccontato che "sembrava una corrida ma al posto del toro c'era un ragazzo insanguinato: nessuno interveniva, ma tutti guardavano".

Il ragazzo ferito è ancora molto grave. Condanne unanimi per la vicenda arrivano un po' ovunque, ma stupisce il commento sulla vicenda di un ascoltatore di Radio Padania pubblicato ieri da Blogosfere Politica e Società.

"Riguardo a quei culattoni…. io sono contro l’accoltellamento, che è troppo, però due persone dello stesso sesso che si baciano sono una schifezza, quindi due calci nel culo… due calci nelle palle glieli avrei dati anch'io".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO