Michael Jackson è vivo: il video in rete e il giallo della targa

coroner.jpg

UPDATE ORE 19.58: il tabloid tedesco Bild segnala che il video è un fake realizzato dalla tv tedesca Rtl. 

Sono tanti i misteri che avvolgono la morte del re del pop. Ora sembra che Michael Jackson sia tornato in vita. E' iniziata infatti ufficialmente la "stagione degli avvistamenti". Circola in queste ore in rete, un filmato da 29 secondi in cui un uomo molto simile a Jacko scende da un furgone bianco del Coroner, e scortato da una guardia, attraversa una porta. Il furgone, secondo il sito michaeljacksonsightings, sarebbe lo stesso che avrebbe dovuto condurre la star all'ospedale di Los Angeles (confrontate le targe nelle due immagini sopra). Quanto al video, la persona che l'ha postato su LiveLeak sostiene di averlo ottenuto da una fonte "affidabile", ma non offre alcuna prova della sua autenticità. Guardate:

Insomma morto o non morto, Jackson continua a far parlare di sè. Le voci su una presunta messa in scena della morte iniziarono già qualche tempo fa. Ma ora sono decisamente più insistenti. C'è chi sostiene di averlo visto in Spagna, chi a Dubai. Insomma a volerlo tra i vivi, oltre alle migliaia di fans, sono ancora in molti. Primo tra tutti, immaginiamo, il suo medico personale Conrad Murray che, proprio ieri, ha visto aggravarsi la sua posizione. Il medico legale che sta indagando sulla morte per arresto cardiaco del re del pop ha infatti riscontrato, a seguito di un'utopsia, dosi letali di Propofol, il potente anestetico che Murray gli somministrava per sconfiggere l'insonnia. Murray, scrive il Los Angeles Times, ha riferito agli inquirenti di aver seguito questo trattamento per sei settimane, durante le quali venivano somministrati alla pop star 50 grammi di Propofol al giorno, iniettate per endovena. Per evitare l'assuefazione alla sostanza aveva successivamente abbassato la dose a 25 grammi, aggiungendo altri due sedativi.

 

Ma la non morte di Jacko, non è certo una novità. Scriveva Blogosfere Spettacoli:

Ricordate quando vi parlavo di strane voci che settimana scorsa giravano sul web? Ecco, dopo i funerali di martedì sera (qui le riflessioni del giorno dopo) le voci si sono trasformate in presunte verità. Con tanto di complotti al seguito. Allora vediamo.

Tmz.com racconta che il corteo funebre di martedì è stato un depistaggio: in quella bara, arrivata al cimitero di Forest Lawn e da lì ripartita per lo Staples Center, non c'era Jacko. Non c'era nessuno. Poi in serata un elicottero sarebbe atterrato in segreto a Neverland e però anche lì non c'era il cadavere di Michael. Perché nessuno sa dove sarà sepolto e allora tutti si chiedono se sarà sepolto veramente. Le tv riprendono le notizie e così sul web la storia si amplifica: dov'è? Dov'è? Dov'è? C'è una corsa al sospetto che ha creato un movimento di fan, blogger, ammaliatori e venditori di favole che fa crescere i dubbi e alimenta gli scenari da complotto. È venuto allo scoperto Newsflawour.com: «E se fosse tutta una montatura?».

Ieri, quest'articolo scritto il 26 giugno ha avuto 430mila contatti, perché non vedere significa sospettare e qui si capisce che Jacko non lo vedrà più nessuno. Sì, ma perché? Perché è morto davvero o perché è sparito come qualcun altro? Qui vogliono la prova che Michael non respiri più, anche se è macabra e violenta. Che poi le ultime notizie che i complottisti pubblicano in rete dicono che il corpo se c'è non è messo male. «Allora vediamolo», scrivono. «Allora non c'è problema», continuano. Vogliono il trash più trash. Perché in alternativa Michael non è morto. Adesso la cosa si fa insistente, lo scrivono anche altri come hecklerspray.com e retroyakking.today.com, tutti con un loro scenario e una loro possibilità, tutti convinti che ci sia qualcosa di strano. Convinti per fama e per affari, perché ogni contatto in più al sito è una carta da giocare con chi fa pubblicità (qui, per saperne di più).

 

  • shares
  • Mail
48 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO