Liguria in fiamme, la situazione migliora: individuati i piromani

incendigenova.jpg

La Liguria è in fiamme e da domenica sta vivendo ore drammatiche. La situazione degli incendi, informa l'unità di crisi della Prefettura di Genova, ''migliora ma resta sempre l'allerta''. Bruciano ancora Bavari, sulle alture di Genova, e il Monte Fasce, nel levante ligure dove continuano a operare tre Canadair, due elicotteri Ericsson e quelli della Regione. Fiamme anche a Corniglia, nelle Cinque Terre, e a Calice al Corniviglio, nello spezzino.

In campo l'organico dei vigili del fuoco, la Forestale e i volontari arrivati da varie parti d'Italia, che dalle prime ore del mattino, con difficoltà, stanno cercando di domare le fiamme. Lecci, pini, vigneti, orti, centinaia di ettari di vegetazione sono stati devastati dal fuoco. Tanta la paura tra gli abitanti che, tra aria irrespirabile e fumo, hanno visto i davanzali delle proprie abitazioni coprirsi di cenere.

Qui sopra l'incendio di Genova nervi, video di donze93

Nel frattempo, sono stati ascoltati dal Nucleo investigativo antincendi boschivi (Niab) della Forestale regionale ligure quattro uomini come persone informate dei fatti. I quattro sono sospettati di aver provocato, in via del tutto colposa, il rogo che ha dato origine all'incendio di Monte Moro. Non sono indagati ma le loro posizioni saranno portate al vaglio del magistrato di turno assieme alle risultante delle indagini. Diversa invece l'origine dell'incendio nella zona di Bavari dove sono praticamente certe le origini dolose.

Giornate drammatiche anche in altre regioni zone del Paese. Sono stati segnalati roghi in Toscana e Lazio, ma anche nel sud, in particolare Campania e Calabria, e a Lipari, nelle Eolia. Tra le cause dell'emergenza, ha spiegato ieri la protezione civile, i forti venti dal nord-est e l'assenza prolungata di piogge.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO