Attentato alla caserma di Milano, i presunti terroristi hanno preparato l'esplosivo in casa

attentgame1.jpg

E' passata una settimana dal fallito attentato alla caserma Santa Barbara (qui trovate la nostra video diretta, qui tutte le interviste a cittadini, politici e militari e qui le foto) e sabato pomeriggio c'è già stato un nuovo (falso) allarme per una valigia abbandonata da un passante.

L'aria che si respira a Milano è pesantissima, e come se non bastasse ci si mettono anche le polemiche sull'insegnamento della religione islamica nelle scuole, dopo la polemica moschea. Perchè, ricordiamo, il presunto terrorista frequentava il centro di viale Jenner (foto Repubblica).

Il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha commentato la proposta di un'ora di islam:

"La Lega è nettamente contraria anche perché religione cattolica - adesso non voglio ripetere, usare le argomentazioni del cardinal Bagnasco che tra l'altro condivido sul fatto che l'ora di religione - ha un suo motivo, una sua storia, ma anche una sua motivazione anche storica, dal punto di vista concreto, pratico. L'ora di religione cattolica rappresenta una entità, la Chiesa, che ha una gerarchia, dei valori ben chiari, ben definiti che quindi si possono trasmettere, l'Islam è un mondo tutto diverso. L'imam interpreta il Corano liberamente, non c'è una serie di dogmi, non c'è un messaggio chiaro da trasmettere, se come penso fosse nelle intenzioni di Urso questa misura serviva per migliorare l'integrazione, siamo tutti d'accordo nel migliorare l'integrazione, ma questo certamente è il modo più sbagliato per farlo"

Che questa dichiarazione abbia un qualche legame con i fatti di Milano?

Continua a leggere su Milano 2.0.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO