Ruba aerei e poi si schianta: Colt il baby-ladro conquista Internet

colt.jpg

Colt, il nome completo è Colton Harris-Moore, è il nuovo eroe della rete. Ha un fan group su Facebook, vengono stampate magliette con la sua immagine e le ragazze vanno in visibilio per lui.

Segni particolari: è un ladro pluri-recidivo di soli 18 anni, le cui vicende ricordano molto quelle del personaggio di Leonardo Di Caprio in "Prova a prendermi".

Il ragazzo infatti è ricercato in tutti gli Stati Uniti per aver rubato aerei da turismo, barche e aver svaligiato decine di case al confine tra Usa e Canada.

In molti lo paragonano al bandito Jesse James e al nemico pubblico numero uno John Dillinger, pur non avendo mai ucciso nessuno, anche se sembra che negli ultimi giorni sia stato coinvolto in una sparatoria

Colt riesce sempre a sfuggire alla polizia, spesso prendendosi gioco delle forze dell'ordine. Qualche tempo fa, dopo essere stato coinvolto in un inseguimento in macchina, è riuscito a liberarsi dai poliziotti senza lasciare tracce, se non una foto scattata con una macchina digitale trovata nell'auto, come una presa in giro per chi si illude di riuscire ad acchiapparlo.

Inoltre ha imparato a guidare aerei e si è reso protagonista di tre atterraggi di fortuna che hanno lasciato i veicoli distrutti e lui illeso. Lo spericolato ladro, per finire con le stranezze, è soprannominato lo svaligiatore scalzo perché è solito "lavorare" senza scarpe, anche se non si prende la briga di nascondere le impronte, cosa che però non ha aiutato la polizia nella cattura.

Ed è proprio lo sceriffo Cumming, che si occupa del caso da tempo (una specie di nemesi storica, un po' come lo era Zenigata per Lupin), il più seccato per la notorietà del ladro. Le forze di polizia, inutile ricordarlo, sono state ridicolizzate dalle gesta di questa ragazzo e non vedono l'ora di catturarlo per poter riconquistare credibilità.

Tuttavia non si capisce ancora bene come questo ragazzo sia diventato un beniamino del grande pubblico: tutto sommato non è un Robin Hood, non dona nulla ai poveri ma anzi pare che usi il suo bottino per comprare videogames, navigatori Gps e strumenti professionali per la polizia con le carte di credito rubate.

Viene da pensare che l'Italia non sia il solo paese in cui si glorificano criminali. Mal comune mezzo gaudio, quindi?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO