Uzbekistan, giornalisti sistematicamente minacciati

UZBEKISTAN.jpg

di Joshua Evangelista

In Uzbekistan i diritti fondamentali, se ha ancora senso chiamarli così, vengono continuamente calpestati. Come immaginabile la libertà di stampa resta un'utopia e il recente caso dei giornalisti freelance Vasiliy Markov e Sid Yanyshev, interrogati per più di dieci ore dai servizi segreti per aver visitato una regione di confine i cui abitanti sono praticamente segregati, è un esempio lampante.

"L'Unione Europea ha appena sospeso l'ultima delle sanzioni pendenti verso il governo uzbeko, ma questo episodio dimostra che non c'è stata alcuna liberalizzazione e che la società uzbeka è ancora assoggettata ad un governo arbitrario e dittatoriale", tuona Reporters senza frontiere.

Continua a leggere su Reporters

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO