Accusato di stalking, evade e tenta di uccidere la ex fidanzata

stalking274.jpg

Michele Lambiase, di Foggia, 47 anni, è attualmente ricercato per tentato duplice omicidio. L'uomo, già agli arresti domiciliari per stalking, ieri sera è riuscito ad eludere la sorveglianza ed è riuscito a raggiungere la casa dove vive l'ex fidanzata assieme ai genitori, a Silvi Marina, in provincia di Teramo.

Per non farsi riconoscere ha adottato un travestimento femminile, indossando una parrucca bionda, e si è appostato finché la donna non è uscita dall'appartamento, per raggiungere l'attuale compagno in un parcheggio di Montesilvano

Appena i due si sono incontrati l'uomo ha esploso 3 colpi di pistola: il primo ha colpito la donna in pieno viso, il secondo ha perforato il torace e la spalla del nuovo compagno mentre il terzo si è conficcato nella carrozzeria della macchina.

I due, nonostante le gravi ferite, sono riusciti a fuggire e hanno raggiunto la stazione dei carabinieri dove hanno denunciato l'accaduto. Attualmente la donna ha il viso sfigurato, mentre l'uomo ha perso un rene ed ha un polmone gravemente compromesso. Del folle assalitore si sono perse le tracce.

Si tratta di un delitto annunciato, dato che il folle aveva già avuto guai con la giustizia: infatti Lambiase era noto nella zona per la sua natura violenta. La coppia era stata assieme per circa tre anni, poi era avvenuta la rottura, mai accettata dall'uomo che ha iniziato a perseguitare la sua ex fidanzata con minacce, pedinamenti, per arrivare infine ad un tentativo di violenza sessuale.

Nell'ultimo mese e mezzo il magistrato che si occupava del caso era già intervenuto due volte. A ottobre attraverso un divieto di residenza a Silvi Marina, dove la ex coppia, che ha un bimbo di quasi 4 anni, aveva la propria abitazione. Venerdì scorso con un provvedimento di arresti domiciliari nel suo domicilio foggiano.

C'è anche spazio per le polemiche: Marko, ad esempio, afferma che si è trattato di misure troppo leggere per un caso del genere, perché le pene per il reato di stalking vanno dai 6 mesi ai 4 anni, e che se il giudice fosse stato inflessibile probabilmente l'incidente di ieri non sarebbe avvenuto.

In ogni caso al momento il colpevole del misfatto non si trova, e le autorità stanno dirigendo le indagini su amici o familiari che avrebbero potuto fornirgli un rifugio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO