Delitto via Poma, il processo: vent'anni dopo

delittoviapoma2.jpg

di Anita Richeldi

Il 7 agosto 1990 in un ufficio della palazzina di via Poma a Roma, Simonetta Cesaroni veniva colpita a morte da 29 coltellate. Solo ora a 19 anni da quella terribile vicenda che scosse l'Italia intera, le indagini sono giunte a una svolta, al processo che aprirà i battenti il 3 febbraio 2010 a Roma nell'aula della III corte d'assise e che vedrà come imputato l'allora fidanzato della vittima, Raniero Busco. Questa la decisione del gup Maddalema Cipriani che ha accolto le richieste del pm Ilaria Calò: Raniero Busco dovrà rispondere di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà.

Continua a leggere su Notitia Criminis

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO