Caso Orlandi, Emanuela nella betoniera di Torvajanica: la verità da Sabrina Minardi

emaorl.jpg

Emanuela Orlandi é morta. La Procura di Roma, supportata e confermata nelle sue ipotesi dalle confessioni di Sabina Minardi, é giunta a questa conclusione a 26 anni dalla scomparsa della ragazza romana. Lo scorso giugno la superteste Minardi aveva deciso di parlare, risvegliando un caso che vede i poteri forti, Vaticano e Ior in primis, coinvolti in una vicenda oscura.

La testimonianza di Sabrina Minardi tuttavia, visti anche i trascorsi di tossicodipendente, era stata da più parti interpretata e accolta con diffidenza. Perché dovrebbe parlare proprio adesso e rivelare quanto é rimasto insabbiato per oltre 20 anni? Secondo quanto riporta il Corriere di oggi, l'ex compagna di Renatino De Pedis della banda della Magliana, avrebbe riconosciuto la voce del telefonista Mario che il 28 giugno 1983, sei giorni dopo la scomparsa della ragazza, chiamò la famiglia Orlandi.

Rispetto alle prime dichiarazioni, la Minardi, dicono gli inquirenti, avrebbe di recente riferito racconti più omogenei e coerenti. Emanuela é morta e il corpo sarebbe finito nella betoniera di Tovajanica.

Continua a leggere su Blogosfere Politica e Società.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO