Per non dimenticare le donne dell'Afganistan

donneafghane.jpg

di Laura Cogo

In questo blog non abbiamo mai smesso di parlare delle donne dell'Afganistan. E' di pochi giorni fa il lancio di una nuova strategia da parte del Presidente Obama per riscattare la situazione. Ma come e in che senso questa strategia potrà aiutare la spaventosa situazione in cui vivono milioni di donne e di bambine afghane? La Feminist Majority Foundation, grandissima e storica associazione femminista, da anni fa lobby perchè le donne e le bambine dell'Afghanistan non vengano dimenticate nel discorso pubblico statunitense. Pochi giorni prima che Obama dettagliasse la nuova strategia degli USA per questo paese, la FMF ha lanciato un nuovo appello che vi propongo: "Non dobbiamo dimenticare gli orribili abusi dei diritti umani che sono stati e stanno venendo tuttora commessi dai Talebani nei confronti di donne e bambine in Afghanistan. Negli anni passati, centinaia di scuole per bambine sono state distrutte. Insegnanti sono state uccise, alcune di fronte ai loro studenti. Le ragazze vengono aggredite mentre vanno a scuola, gli viene gettato l'acido in faccia. Le forze talebane compiono queste atrocità contro le donne regolarmente. E non possiamo dimenticare che mentre l'Afghanistan veniva governato da loro, le donne e le ragazze non potevano andare a scuola, non potevano lavorare, non potevano uscire di casa senza la presenza di un parente maschio, non potevano essere visitate da un dottore (le dottoresse non potevano più lavorare) e nemmeno andare all'ospedale. Perfino le bambine di pochi anni non potevano ricevere prestazioni mediche da parte di dottori maschi. Le donne venivano picchiate e uccise se osavano violare queste intollerabili restrizioni. 

Continua a leggere su Mondo Donna

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO