Attentato a Kabul, muore un italiano: Pietro Antonio Colazzo colpito da colpi d'arma da fuoco

kabulbomb.jpg

Attentato a Kabul, perde la vita un italiano. L'attacco è avvenuto alle 3 ora italiana. Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha comunicato che il connazionale è Pietro Antonio Colazzo, Consigliere diplomatico dell'Ambasciata italiana nella capitale afgana. Le prime voci, secondo quanto scrive il Corriere, affermavano si trattasse di un funzionario dei servizi segreti appartenente all'Aise, il servizio di informazione per la sicurezza esterna.

Ma il ministro degli esteri Frattini ha detto l'italiano rimasto ucciso era «un consigliere diplomatico dell'ambasciata». Frattini ha precisato che il connazionale dormiva «in un albergo dove vengono ospitati molto funzionari diplomatici». «Oltre all'autobomba - ha aggiunto il titolare della Farnesina, con riferimento alla dinamica dell'attentato -, c'è stato l'ingresso di terroristi al piano terra. L'attacco è stato sventato ma le bombe sono esplose. L'Italia e gli altri alleati rimarranno impegnati per la stabilizzazione».

Per il generale afgano Abdul Rahman, capo della polizia di Kabul, l'italiano sarebbe stato ucciso da alcuni colpi d’arma da fuoco mentre era al telefono con la polizia locale, subito dopo un’esplosione. «Era un uomo coraggioso», ha aggiunto, confermando che alloggiava al Park Residence preso di mira dai talebani. Il presidente del Senato, Renato Schifani ha chiesto al Governo di riferire al più presto in aula.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO