Terremoto devasta il Cile: sisma di magnitudo 8,8, si contano già 147 vittime

terremotoCile.jpg

La terra trema di nuovo. Dopo Haiti è toccato al Cile, colpito da un violentissimo sisma di magnitudo 8,8 gradi della scala Richter, a una profondità di 55 chilometri e con epicentro a 115 chilometri da Concepcion e 325 da Santiago del Cile. Il terremoto ha colpito le regioni centrali del Cile alle 3.34 ora locale (le 7.34 ora italiana).

Poi sono state registrate altre 45 scosse tutte superiori alla magnitudo 5. Al momento si contano 147 morti, ma la tv pubblica cilena ne conta già 180 e il numero rischia di salire vertiginosamente. "Il livello del mare indica che è stato generato uno tsunami che potrebbe esser devastante per le coste vicino all'epicentro - spiega il Pacific Tsunami Warnin Center con un comunicato - E potrebbe anche minacciare le coste più lontane".

Il terremoto ha anche generato uno tsunami nell'Oceano Pacifico che andrà ad esaurirsi vicino al Giappone. Così come per Haiti gli Stati del mondo si stanno mobilitando per portare i loro aiuti. Intanto dato che le comunicazioni sono praticamente impossibili molti stanno lanciando l'allarme e contattando amici e parenti attraverso i social network.

"Lo tsunami appare essere meno devastante di quanto si pensasse - ha spiegato Enzo Boschi, dell'istituto italiano  di vulcanologia - Le prime misure effettuate dai mareografi danno infatti un'altezza delle onde di maremoto pari a 1,5 metri".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO