Nocera, Luca Cioffi ritrovato. L'infermiera in arresto: neonato rapito per l'amante

Il giallo è durato meno di 24 ore. Ieri ne avevamo dato notizia qui: "A Nocera, in provincia di Salerno, è scomparso Luca Cioffi che aveva appena tre ore di vita. L'identikit della rapitrice corrisponderebbe secondo quanto riporta il Corriere, a una donna di 35-40 anni, quasi certamente di nazionalità italiana, alta un metro e sessanta, occhi e capelli castani.

Ma sono in molti a chiedersi come sia potuto accadere, come una donna travestita da infermiera sia potuta entrare nel reparto maternità dell'ospedale «Umberto I» di Nocera Inferiore in provincia di Salerno e trascinare via un neonato, nato solo poche ore prima." 

La rapitrice è un'infermiera, Annarita Buonocore di 42 anni e già madre di due ragazze di 11 19 anni. La donna, che ha alle spalle un matrimonio e una convivenza, vive una relazione con un uomo di Napoli sposato. Era rimasta incinta ma alcuni mesi fa aveva perso il bambino che sarebbe dovuto nascere in questi giorni. Aveva informato l'amante della gravidanza e gli aveva dato appuntamento ieri a casa sua affinché potesse vedere il bambino: voleva fargli credere che fosse suo. Annarita avrebbe riconsegnato il neonato, ha detto agli inquirenti, proprio questa mattina. 

La donna adesso è in stati d'arresto per sequestro di persona. La mamma di Luca Cioffi, Annalisa, dice di avere perdonato l'infermiera e il gesto che ha compiuto, ha dichiarato, dimostra che "probabilmente non sta bene". Luca ora è tornato tra le braccia dei genitori e gode di ottima salute. Sopra il video da Chi l'ha visto? di ieri sera, prima del ritrovamento in cui compare il padre di Luca, Fabio Cioffi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO