Maturità 2010 come fare la traduzione di greco: 5 consigli per il vademecum

dizionariogreco.jpg

La versione di greco della maturità è il grande spauracchio di chi frequenta il liceo classico (anche se molti sostengono sia molto peggio il latino). Ma niente paura! Vi pubblichiamo qui sotto un vademecum, tratto dal Corriere, da imparare a memoria per essere certi di tradurla al meglio.

1. Non usare subito il vocabolario.

Prima di tutto bisogna fare una lettura meditata del testo. Il rischio è di ricavare delle traduzioni troppo "sconnesse". Nella prima mezz'ora dalla consegna della traccia si consiglia di leggere con attenzione il testo, a cominciare dal titolo che serve a capire l'argomento del brano. Può venire in aiuto ripassare la storia della letteratura e quella della filosofia.

2. Identificare i connettivi

Dopo la lettura del testo si passa all'analisi logica e sintattica cercando di individuare congiunzioni, verbo e soggetto. Ad ogni verbo corrisponde una proposizione, introdotta quasi sempre da una congiunzione, se è subordinata. Identificare subito dopo i connettivi (congiunzioni, pronomi e avverbi relativi, particelle interrogative, ecc...).

Continua a leggere su Milano2.0

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO