Chiesa cattolica in crisi: dopo Crescenzio Sepe e i preti pedofili cosa dobbiamo aspettare?

crescenziosepe.jpg

Per la Chiesa di Ratzinger il 2010 è un anno di passione e martirio. Oltre allo scandalo dei pedofili (e ora si riapre anche il caso di Don Gelmini, rinviato a giudizio per molestie su 12 ragazzi) ora sono stati iscritti nel registro degli indagati il cardinale Crescenzio Sepe, presidente di Propaganda Fide del 2000 al 2006, e l'allora ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi. La decisione è stata presa "dalla Procura di Perugia dopo l'acquisizione di una relazione della Corte dei conti nella quale si definisce «incongruo» e «non motivato» lo stanziamento della cifra, destinata a un palazzo extraterritoriale, essendo di proprietà del Vaticano". (vignetta di 3bp)

La cifra consiste in 2.5 milioni di euro ricevuti da Lunardi per lavori mai completati. Quindi lui e l'ex ministro sarebbero indagati per corruzione (Imarisio e Sarzanini ricostruiscono la vicenda). La ciliegina sulla torta è la presenza dell'architetto Zampolini che diresse il cantiere, lo stesso "che sette anni dopo diventerà noto per essere l'uomo di fiducia di Diego Anemone, il custode di molti dei suoi segreti"

Continua a leggere su Blogosfere Politica e Società

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO