Surriscaldamento globale: nessuna conquista per Barack Obama

barackobama.jpg

Di Rosario Mastrosimone  

Clima. E' una parola che si sente sempre più raramente dalla bocca di Barack Obama e dei Democratici.

Giovedì scorso, al Senato, il Climate Bill, il piano di Obama per combattere il surriscaldamento planetario attraverso una piena responsabilizzazione delle industrie private attraverso un disciplinamento completo della materia, dopo essere stato progressivamente indebolito, è stato definitivamente accantonato.

Troppo forti le lobby industriali e troppo debole la maggioranza democratica. Troppo vicine le elezioni che rinnoveranno parzialmente la composizione del congresso e troppo poco coraggiosa la leadership democratica.

Dopo il fallimento del vertice di Copenhagen, la mancata approvazione del Climate Bill assesta l'ennesimo colpo all'immagine di Obama. L'uomo del cambiamento e della riconciliazione nazionale non è riuscito né a cambiare la politica americana né a superare gli steccati partitici per affrontare in modo nuovo i problemi della nazione.

Continua a leggere su Sostenibile

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO