Ferragosto a casa, con la crisi vado in piscina: il caso delle vacanze in città a Milano

vacanzecitt%C3%A0.jpg

Ferragosto, Milano mia quanto ti conosco. Quest'anno, complice la crisi economica che ha fiaccato la produzione nazionale e messo in crisi migliaia di posti di lavoro, molti cittadini meneghini rinunceranno alle vacanze per risparmiare e trascorrere il mese più deserto dell'anno in città.

Quest'anno, infatti, secondo l'Osservatorio di Milano, il 60 per cento dei milanesi, il 10 per cento in più rispetto all'anno scorso, opterà per la vacanza in città, risparmiando così il denaro che la crisi ha reso un bene sempre più prezioso al punto da indurci al massimo risparmio.

Massimo Todisco dell'Osservatorio - riporta Repubblica spiega:

"La crisi ha inciso molto sui bilanci dei milanesi: il numero medio dei giorni di vacanze si è ridotto a 9 e c'è stato un forte aumento di presenze nelle piscine e all'Idroscalo"

La presenza in città oscilla dalle 900.000 persone di questa settimana alle 400 mila nella domenica di Ferragosto per risalire al milione lunedì 23.

Con questi dati alla mano, il Comune ha deciso di correre ai ripari per garantire a chi resta in città la totalità dei servizi. 

Continua a leggere su Milano2.0

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO