Cile, video shock dei 33 minatori a 700 metri: rivedranno la luce solo a Natale

Sono 33 i minatori cileni intrappolati nella cava di rame di San Josè sepolti vivi a 700 metri da 21 giorni che rivedranno la luce solo a Natale. Nel video il coraggio sorprendente degli uomini, già con la barba lunga e a torso nudo, fiduciosi del lavoro dei soccorsi. La telecamera con cui è stato girato il video è stata inviata con una sonda e la luce è garantita dai generatori. 

Nelle operazioni di soccorso è stata coinvolta anche la Nasa per studiare la perforazione del tunnel che consentirà il salvataggio. In superficie nei pressi della cava sono state allestite tende che seguiranno i lavori dei soccorritori e nei pressi delle quali si radunanoe gruppi di parenti e conoscenti per pregare. 

La tv pubblica Tvn, scrive il Corriereha trasmesso brevi frammenti di un video, la cui versione integrale dura 45 minuti ed era stata già mostrata ai familiari. Le immagini sono state filmate da una microcamera arrivata sottoterra tramite una sonda. I minatori sono apparsi in discrete condizioni. Nel rifugio in cui si trovano la temperatura si aggira sui 32 gradi. «Qui ci siamo organizzati bene», ha detto uno degli uomini intrappolati, a torso nudo e con la barba incolta, mostrando una cassetta di pronto soccorso dotata di alcol, medicinali, deodorante e dentifricio. Inquadrati anche l'angolo in cui i lavoratori pregano e quello in cui si lavano, la mensa e persino un tavolo da gioco.

I minatori hanno salutato tutti, in particolare i familiari e quelli che sono al lavoro per liberarli e per aiutarli, e alla fine hanno cantato l'inno nazionale. «Il minatore di oggi è un minatore del quale potete andare fieri», ha detto uno di loro.  

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO