Sarah Scazzi, uccisa perchè ha respinto le avances dello zio: la notizia in diretta su "Chi l'ha visto?"

lapresse_mi010910cro_0018.jpg


La notizia già di per sè è agghiacciante: Sarah Scazzi è stata uccisa da suo zio, Michele Misseri, crollato dopo oltre 10 ore di interrogatorio. Dopo sole 10 ore oseremmo dire, visto che si è tenuto dentro questo segreto per un mese e mezzo.


Sarah era scomparsa da Avetrana lo scorso 26 agosto. Mentre la madre lanciava gli appelli in tv, e i media speculavano sul ruolo di internet e dei social network nella sua sparizione - come segnala Teleipnosi -, la ragazza era già morta. Strangolata per aver rifiutato le avances di chi intanto piangeva finte lacrime di disperazione. Uccisa per aver detto no, come Desiree Piovanelli nel 2002, ammazzata a 14 anni.


I dettagli di questa storia sono raccapriccianti. Lo zio infatti, che la molestava da tempo (si chiarisce adesso perchè Sarah nei suoi diari raccontasse di voler scappare via) si è comunque preso con la forza quello che voleva. L'ha violentata da morta.

Ma non finisce qui. C'è un altro particolare terribile. Ieri sera, durante la trasmissione "Chi l'ha visto?" la conduttrice ha dato in diretta alla madre la notizia delle ricerche del corpo della ragazza.









Il cadavere di Sarah è stato trovato intorno alle 2 di notte, in una cisterna sotterranea. Proprio come Lorena Cultraro, strangolata a 14 anni.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO