Sarah Scazzi non ha pace: in rete si cercano le foto del suo cadavere

lapresse_mi091010cro_0023.jpg


Se ieri vi abbiamo parlato dell'invasività dei media nel caso di Sarah Scazzi, oggi vogliamo porre l'accento su una questione: perchè si sono scatenate le ricerche in rete delle immagini del corpo di Sarah che sarebbero state pubblicate su Facebook?


Scrive a questo proposito Riccardo Spiga su Teleipnosi:


"Mi sono accorto che diversi lettori erano finiti su Teleipnosi chiedendo al motore di ricerca di trovargli le foto del cadavere di Sarah Scazzi, la ragazzina uccisa ad Avetrana dallo zio orco e necrofilo.


Ovviamente qua non hanno trovato nulla: se fossi stato in possesso di un materiale simile non l'avrei certo pubblicato, anzi avrei provveduto immediatamente a distruggerlo. D'altra parte si era sparsa la voce - non so se vera o falsa - che su Facebook fossero state postate alcune immagini. E quindi frotte di sciacalli si sono lanciati sul web alla ricerca delle immagini di un corpo senza vita e violato di una ragazzina quasi bambina"

La morbosità in fatti di cronaca così crudi è davvero qualcosa di inaccettabile. Continua Riccardo:


Sono molto migliori, molto diversi, questi figuri, dallo zio orco? Forse no, se è vero quello che dice Heinrich Popitz nel suo saggio sulla Fenomenologia del potere, e cioè che dalla "violenza immaginata nasce la violenza effettiva". Ché immaginare è il primo passo per superare limiti e resistenze morali che si frappongono tra noi e l'abisso.


Non possiamo che essere d'accordo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO