Sabrina Misseri, i tabulati smentirebbero il suo alibi per l'omicidio della cugina Sarah Scazzi

Immagine di anteprima per lapresse_mi310810cro_0002 (Small).jpgSabrina Misseri potrebbe aver mentito. Così scrive Repubblica:


Alle 15.19 del 26 agosto, pochi minuti dopo l'omicidio, non era con Mariangela come ha raccontato. Ma a pochi passi dal pozzo dove suo padre stava seppellendo Sarah. A inchiodarla ci sono i tabulati telefonici, sui quali in questi giorni hanno lavorato i carabinieri del Ros, il Reparto operativo speciale. Tabulati che in un certo senso spostano i tempi del giallo: Sarah potrebbe essere stata ammazzata tra le 14.10 e le 14.30. Sabrina ha un buco nella sua giornata dalle 15 - quando Mariangela la accompagna a casa - alle 15.40 circa quando arriva ai carabinieri dove sua madre e sua zia erano per la denuncia. Mentre Michele, invece, riappare sulla scena alle 15.45 quando va nel campo per raccogliere i fagiolini in una campagna a pochi metri da casa.


I tabulati, che sono stati depositati nei giorni scorsi in Procura, dimostrerebbero che la ragazza alle 15.19 fosse nella zona di Nardò e non in città come aveva raccontato. Sabrina ha infatti inviato un sms a Ivano Russo alle 15.19 e 51 secondi. I legali della Misseri, Vito Russo ed Emilia Velletri, hanno però dichiarato:


"Non è detto che abbia mentito: potrebbe esserci stato un rimbalzo della cella telefonica, spesso i tabulati mentono"

Il Corriere riporta uno stralcio dell'interrogatorio della ragazza.


Nell'interrogatorio del 15 ottobre Sabrina è in difficoltà.
Ufficiale di polizia giudiziaria: «Quello delle 15.19 e 51. C'è Sabrina che manda un sms a Ivano in cui c'è scritto "Ti stavo chiamando è scomparsa Sarah. Quando lei ha mandato questo messaggio stava con Mariangela?».


Sabrina: «Sì».


Ufficiale pg: «Guardi, dalle celle telefoniche risulta che lei ha agganciato una cella di Nardò mentre la sua amica Mariangela nello stesso arco di tempo, che ha fatto una telefonata al papà, ha agganciato una cella di Avetrana. Mi può dire... Lei mi dice che stavate assieme e agganciate celle proprio completamente...».


Sabrina: «Ma stavamo insieme, però».


Ufficiale pg: «E come si spiega questo fatto che lei aggancia una cella a Nardò, località Fattezze frazione Santa Chiara... La sua amica aggancia una cella Avetrana via XXIV maggio 22?».


Pubblico ministero Mariano Buccoliero: «Sa che significa questo? Che voi non stavate insieme...».

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO