Speculazioni e privacy violata nel caso di Sarah Scazzi, aperte tre inchieste

lapresse_to241010cro_0003.jpg


Dopo un esposto del Codacons il Garante per la privacy, Francesco Pizzetti, è intervenuto nel caso dell'omicidio di Sarah Scazzi e ha chiesto spiegazioni a Rai, Rti Mediaset, Sky e Telecom sulla diffusione dei verbali e dei file audio degli interrogatori dei protagonisti del giallo.


Il procuratore di Taranto, Franco Sebastio, intanto ha aperto un fascicolo per fuga di notizie e ricettazione di atti giudiziari. L'Ordine degli avvocati, infine, oggi ascolterà i tre legali coinvolti della vicenda cercando di capire se siano stati violati i principi deontologici nella gestione del caso.


Tutto questo perchè parallelamente all'invasione di Avetrana da parte di giornali e tv si sono verificati fatti 'strani', come leggiamo su Repubblica:


"Un consulente che chiede ottomila euro per le fotografie del garage dell'orrore. L'avvocato che ne pretende qualche migliaio per essere ospite in televisione. C'è anche l'ex portavoce delle famiglie Scazzi e Misseri che racconta di cifre a quattro zeri pagate per avere interviste, diari e video in esclusiva"

L'avvocato Daniele Galloppa, difensore di Michele Misseri, ha confessato ripreso da una telecamera nascosta:


"Sì, mi sono fatto pagare per andare in televisione. Qual è il problema? Lo fanno tutti, non capisco perché non dovrei farlo anche io: alcune trasmissioni pagano, è vero, ma bisogna saperci fare [...]Io sono un professionista e quella in fin dei conti è una prestazione. Per stare in tv perdo ore di lavoro: se vengo chiamato come ospite esperto, posso essere pagato. Sono tranquillo [...] Anche Cosima e Sabrina sono state lautamente compensate"


Il consulente tecnico dell'avvocato Vito Russo invece avrebbe chiesto, a insaputa dei legali di Misseri, prima diecimila e poi ottomila euro all'inviato del Tg2, Valerio Cataldi per le foto del 'garage dell'orrore'. A casa del consulente sono state trovate alcune fotografie che tra l'altro erano andate in onda in esclusiva qualche ora prima in un programma Mediaset.


Valentino Castriota, ex portavoce della famiglia Misseri, racconta:


"Di offerte di denaro per interviste o materiale video esclusivo ne arrivavano tutti i giorni. Per il filmato del viaggio a Roma di Sarah e Sabrina sono arrivate proposte da quattromila euro, per i diari cifre superiori a diecimila euro. Quando non erano soldi, erano promesse di costosi regali"


Un vero e proprio orrore nell'orrore insomma.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO