Secondo la Cgil fino al 2013 i dipendenti pubblici perderanno 1600 euro di stipendio

dipendenti-pubblici.jpg


Leggiamo sul Corriere che secondo uno studio della Cgil i dipendenti pubblici perderanno 1600 euro di stipendio fino al 2013. Era cosa nota che a seguito della manovra finanziaria i dipendenti pubblici avrebbero avuto una flessione delle loro retribuzioni, ma non era ancora stata calcolata l'entità della perdita.


Riporta il quotidiano:


"Con il blocco degli stipendi pubblici fino al 2013 deciso dalla manovra economica infatti i lavoratori del pubblico impiego perderanno complessivamente circa 1.600 euro di potere d'acquisto"

La Cgil ha sottolineato con il responsabile settori pubblici, Michele Gentile


"come circa 1.200 euro lordi si perdano per il triennio 2010-2012 di mancato rinnovo dei contratti mentre altri 400 euro di aumenti complessivi mancheranno all'appello nel 2013 a causa del blocco ulteriore previsto dalla stessa manovra"


(fonte immagine)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO