Ancora nessuna traccia di Alessia e Livia, le gemelline scomparse con il padre suicida a Cerignola

liviaalessia.jpg


UPDATE! 8 febbraio
Matthias Schepps ha inviato all'ex compagna 5mila euro.


L'angoscia cresce con il passare delle ore: non c'è ancora nessuna traccia di Alessia e Livia, le due gemelline svizzere di 6 anni rapite il 28 gennaio dal padre, Matthias Schepps, che si è suicidato a Cerignola gettandosi sotto un treno.


Gli investigatori sono ancora alle prese con la ricostruzione degli spostamenti dell'uomo, che negli ultimi tempi era depresso perché non riusciva a rassegnarsi alla separazione dalla compagna. Sembra che Schepps, insieme alle figlie, si sia imbarcato a Marsiglia per la Corsica. Da lì si sarebbe poi imbarcato per Napoli. A casa sua è stato ritrovato il testamento, redatto prima della scomparsa.


Intanto Telefono Azzurro ha fatto sapere di essere al lavoro per ritrovare le piccole (qui  il link della pagina Fb delle ricerche). L'associazione, come riporta il Corriere, invita


"chiunque abbia notizie o informazioni utili alle ricerche a contattare il numero 116.000, la linea diretta europea per i bambini scomparsi gestita dall'associazione, attiva 24 ore su 24 e 7 giorni su 7"

Scomparsa delle bambine a parte, sono molti gli aspetti della vicenda che restano avvolti dal mistero.


Prima di tutto ci si interroga sul perchè Matthias Schepps si sia spinto fino a Cerignola e perchè abbia deciso di farla finita proprio lì.


Secondo: perchè per arrivarci avrebbe fatto un giro così lungo (se verranno confermati gli spostamenti e i numerosi avvistamenti).


Terzo: che fine hanno fatto i 7500 euro che l'uomo ha prelevato a Marsiglia? Tutti i soldi, tranne 100 euro, sono scomparsi.


La mamma delle piccole, Irina Lucidi, intanto ha dichiarato, come riporta Repubblica:


"Non può aver fatto loro del male, erano la sua vita, sono sicura le avrà lasciate da qualcuno. Cercatele, le troverete"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO