Perugia, a processo per diffamazione i genitori di Amanda Knox

lanazaman.jpg


Curt Knox ed Edda Mellas, genitori di Amanda Knox, sono stati rinviati a giudizio dal gup di Perugia per diffamazione a mezzo stampa di cinque poliziotti della questura che indagarono sull'omicidio di Meredith Kercher, per il quale la figlia è stata condannata in primo grado a 26 anni di reclusione.


Sotto accusa sono finite le dichiarazioni rilasciate dai due in un'intervista apparsa nel 2009 sul sito internet del Sunday Times. Leggiamo su LaNazione che


'attribuirono'' - secondo l'accusa - ai poliziotti ''azioni e condotte difformi dai doveri d'ufficio''. ''In particolare - è scritto nel capo d'imputazione - riferivano, contrariamente al vero, che Amanda non era stata assistita da un interprete, che non le erano stati somministrati né cibo né acqua, che era stata 'abusata' (abused) sia fisicamente che verbalmente''

I difensori dei genitori di Amanda hanno però spiegato, come riporta il Corriere, che i due americani "non avevano alcuna intenzione di ledere il prestigio e il decoro degli agenti della squadra mobile di Perugia".


Il procedimento avrà luogo il prossimo 4 luglio, mentre il processo d'appello ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito riprenderà il 12 marzo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO