Libia, mandato di cattura Interpol per Gheddafi; spari sulla folla, 50 morti

libia.jpg


Cinquanta persone sono morte e centinaia sono rimaste ferite nella città di al-Zawiyah negli scontri tra i ribelli e le brigate di Gheddafi. Riporta Repubblica che un testimone, Abdel Hamid Sheikh, ha dichiarato alla tv araba al-Jazeera:


"Ad al-Zawiyah è in corso una strage. Subito dopo la preghiera del venerdì i manifestanti sono scesi in strada contro il regime e le brigate fedeli a Gheddafi hanno aperto il fuoco contro di loro"


Il capo delle milizie dei rivoltosi, il colonnello Hussein Darbouk, è stato ucciso, così come il suo vice.

Intanto a Tripoli centinaia di dimostranti sono scesi in piazza nel quartiere di Tajoura. Riporta il quotidiano che "la polizia ha lanciato dei lacrimogeni, ci sono stati degli spari e la folla si è dispersa". sotto attacco anche la cittò di Misurata. Di conseguenza resta altissimo l'allarme per i rifugiati, in fuga dai disordini.


Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha lanciato un ultimatum al raìs:


"Deve andarsene. Siamo pronti all'intervento militare"


L'Interpol ha diramato un ordine di 'allerta globale' per impedire a Muammar Gheddafi e altri 15 membri del suo entourage (familiari compresi) di lasciare la Libia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO