Sarah Scazzi: scarcerati il fratello e il nipote di Michele Misseri, ma restano indagati

sarah_scazzi_gruppo_facebook_11.jpg


Carmine Misseri e Cosimo Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri, tornano in libertà. Come leggiamo sul Corriere il Tribunale del Riesame di Taranto "ha accolto i ricorsi dei loro legali contro l'ordinanza di custodia cautelare a termine emessa dal gip del tribunale Martino Rosati il 23 febbraio scorso".


I due però restano indagati per concorso in soppressione di cadavere.


L'avvocato Raffaele Missere, difensore di Cosimo Cosma, ha commentato:


"Siamo contenti non solo per i nostri clienti ma anche per la giustizia, che ha saputo valutare con serenità le argomentazioni difensive. Ciò non toglie che va dovuto sempre il massimo rispetto per il lavoro dei magistrati inquirenti, finalizzato ad accertare la verità e a fare giustizia"

Lorenzo Bullo, difensore di Carmine Misseri, ha aggiunto:


"[La decisione del Riesame] è un passo importante e un segnale di stop alla Procura. Bisognerà leggere attentamente le motivazioni dei giudici per capire se la scarcerazione è stata decisa perchè sono cessate le esigenze cautelari o perché non sussistono i gravi indizi di colpevolezza"


Nei prossimi giorni saranno rese note le motivazioni del provvedimento.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO