Yara Gambirasio: la ginnasta potrebbe essere morta di freddo, 'sconosciuto' il dna

brembatyara.jpg


Gli abitanti di Brembate non sopportano più telecamere e giornalisti: leggiamo sul Corriere che il parroco don Corinno Scotti ha annunciato che partirà una raccolta di firme per chiedere l'allontanamento dei mezzi televisivi e delle telecamere


Le indagini sembrano essere ad un punto fermo: il dna trovato sul cadavere di Yara Gambirasio non appartiene a nessuna delle persone di cui gli inquirenti possedevano il campione. Quindi l'assassino della ginnasta non è tra le persone interrogate in questi mesi o tra quelle che hanno precedenti per reati sessuali.


Il procuratore capo di Bergamo Massimo Meroni ha commentato amaramente:


"Vorrei sperare che almeno si riesca a capire come sia morta la bambina"

Infatti, come leggiamo su Repubblica, le indagini potrebbero portare a


"cambiamenti significativi sulla base di accertamenti che però richiederanno molto tempo, anche mesi. Non è ancora stata consegnata una relazione sulle analisi. Agli esperti erano stati concessi tre mesi, ma penso che non saranno sufficienti. Gli elementi che abbiamo ora li ho chiesti per poterli dare espressamente ai giornalisti. Comunque io non sono mai ottimista o pessimista quando c'è un'indagine: mi attengo ai dati reali"


La piccola potrebbe anche essere morta di freddo nel campo dove è stata ritrovata.


(fonte immagine)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO