Dopo il caso di don Riccardo Seppia ci si interroga sullo scandalo dei preti pedofili

Il caso di Don Seppia, arrestato per abusi su minore e cessione di sostanze stupefacenti a Sestre Ponente, ha riacceso il dibattito sui preti pedofili.

don-riccardo-seppia.jpg La sconcertante vicenda legata a Don Riccardo Seppia, parroco della chiesa di Santo Spirito di via Calda a Sestri Ponente arrestato per abusi sessuali su minore e cessione di sostanze stupefacenti, ha fatto riaccendere i riflettori sullo scandalo dei preti pedofili.


Ci spiega su Notitia Criminis la blogger Paola Ceretta che anche i Vescovi americani non ne possono più degli scandali:


"Per vederci chiaro sulle dinamiche che innescano il germe della più bieca delle depravazioni nei suoi figli che hanno giurato fedeltà a Dio e fatto voto di castità, ha commissionato uno studio al newyorkese John Jay College  of Criminal Justice, costato ben 1,8 mln di dollari che avrebbero potuto sfamare e dare un tetto alla miriade di nuovi e vecchi poveri che vagabondano per la Grande mela e non solo. Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha partecipato con un contributo di 280.000 dollari"

Le conclusioni di questo studio però hanno dell'incredibile: sarebbe infatti tutta colpa del Sessantotto, del sesso libero e del rock'n'roll.


Ma non solo. Collegatevi su Notitia Criminis per saperne di più.


(fonte immagine)

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO