Salvatore Parolisi e i messaggi scambiati con l'amante su Facebook

Ecco le ultime notizie sull'omicidio di Melania Rea.

carmela-melania-rea-salvatore-parolisi.jpg


Salvatore Parolisi con gli inquirenti non parla, ma da solo parla, eccome. I suoi soliloqui, come leggiamo su TgCom, sono stati inseriti nell'ordinanza di custodia cautelare per l'omicidio della moglie Melania Rea.

Il caporalmaggiore, solo nella sua auto, senza sapere di essere intercettato, ha detto:


"Era solo per amicizia e basta e se non capisce ma poi solo l'amicizia rimane, poi solo per amicizia punto e basta ah.... Lo deve capire lei, deve capire.. ma chi cazzo è..Gli dico non mi chiamare e lei mi manda il messaggio...Ehhh... Gesù mio...E no che te l'ho detto e se non te lo dicevo che faceva...Ma guarda che questa è davvero scema questa ragazza.. Ah....Ma che ignoranza veramente...Guarda...Questa è..Questa è proprio... per chiamare io devo prendere un telefono.. Devo riuscire a prendere... mannaggia quella non capisce io gli dico di lasciare stare e lei insiste, quella insiste...Quella è tosta"

Parolisi cerca di 'caricarsi':


"non essere sempre scemo .. ogni tanto usa il cervello... usa il cervello. .. usa il cervello ... non te la far fare, usa il cervello e non fartela fare ... usa il cervello e non te far fare, Totore. Tu non sei scemo ... Salvatore devi fare così se vuoi che la vita tua abbia un senso, per forza, non te la far fare ... non te la far fare. e non te la far fare ... Salvatore non te la far fare ... Salvatore è meglio .. è meglio .. è meglio ... proprio a livello di carcere ...spero che questa è intelligente, questa ragazza, mannaggia quel porco del diavolo... quella è addolorata, quella è sconfitta, quella non sa a chi deve credere, quella non sa più a chi deve credere"


E il 16 giugno infine dice a se stesso:


"Ti devo sputtanare...mi devo fare 30 anni...ma ti devo tirare il cuore dal petto, però me li faccio volentieri...Me li faccio volentieri"

Il gip parla di lui come di un 'uomo sull'orlo di una crisi di nervi' come riporta Repubblica:


"È un uomo stretto in una morsa. 'Un imbuto' lo definisce il pm Umberto Monti nella sua richiesta di arresto. Da una parte c'è il sogno di una vita nuova, l'amore vero e profondo per Ludovica, giovane, affascinante, moderna, dall'altra c'è l'obbligo coniugale, la quotidianità di un matrimonio rappezzato a fatica dopo la scoperta del tradimento [...] In mezzo alle pressioni delle due donne ci sono le bugie raccontate a Ludovica per prendere tempo"


Lo dimostrerebbero i messaggi che Ludovica e Salvatore si scambiavano su Facebook.


Ma le indagini continuano. Bisognerà infatti capire di chi è il Dna femminile trovato sotto l'unghia della mano sinistra di Melania. Questo elemento infatti porta a ipotizzare un "concorso di altra persona (donna) nell'omicidio, data la compresenza dei plurimi elementi sinora evidenziati".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO