Attentato a Oslo, una bomba esplode vicino alla sede del governo

Alle 15.20 del 22 luglio c'è stata una violenta esplosione nel centro di Oslo.

oslobomb.jpg


UPDATE!
Come leggiamo su Repubblica poche ore dopo le esplosioni nel centro della capitale, sull'isola di Utoya, a 30 km di distanza, un uomo ha fatto fuoco con un'arma pesante durante un meeting di giovani laburisti, partito del premier Stoltenberg, dove era stata annunciata la sua presenza. La sparatoria ha provocato almeno quattro vittime, ma secondo un testimone citato dalla televisione Nrk però ci sarebbero "venti-venticinque morti" sulla spiaggia dell'isola. In molti avrebbero infatti tentato di scappare a nuoto. L'attentatore è stato arrestato.


Intorno alle 15.20 nel centro di Oslo c'è stata una forte esplosione provocata da una bomba. La deflagrazione è avvenuta poco distante dalla sede del governo provocando almeno due morti e otto feriti.


Scrive il Corriere:


"Lo scoppio, che ha mandato in frantumi tutte le finestre della zona, è avvenuto vicino alla sede del governo e del primo ministro norvegese Jens Stoltenberg, che non si trovava nel suo ufficio e comunque, come ha detto la portavoce del governo, 'sta bene ed è in un posto sicuro'. Anche gli uffici della zona, tra cui quelli dei principali giornali del Paese scandinavo, sono stati danneggiati. Alcune fonti riportano che lo scoppio è avvenuto tra la sede del ministero delle Finanze e quella del principale tabloid norvegese VG (Verdens Gang)"

Un esperto di terrorismo norvegese ha detto che si è trattato probabilmente di un attacco terroristico pianificato. Al momento il governo di Oslo è alle prese con una serie di complotti terroristici di gruppi legati ad Al Qaeda.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO