Norvegia attentato, inferno a Oslo e Utoya: 84 vittime tra i giovani laburisti

Una tragedia immane. La Norvegia colpita al cuore. Dopo l'autobomba nel centro di Oslo che conta sette morti, colpita anche l'isola di Utoya, a 50 km dalla capitale.

attentato-olso-2011.jpg


UPDATE! 26 luglio
La polizia norvegese pensa di invocare una nuova disposizione del codice penale nei confronti di Anders Behring Breivik: se con l'accusa di 'terrorismo' rischierebbe al massimo 21 anni di carcere, con l'accusa di 'crimini contro l'umanità' rischia 30 anni.


UPDATE! 25 luglio
E' stata celebrata la prima udienza del processo a carico di Anders Behring Breivik, che ha confessato di essere l'autore delle stragi.


----------------------------------------------------------------------------


Una tragedia immane. La Norvegia colpita al cuore. Dopo l'autobomba nel centro di Oslo che conta sette morti, colpita anche l'isola di Utoya, a 50 km dalla capitale (infografica). Raffiche di mitra sulla folla hanno colpito i giovani del partito laburista, radunati per un campo estivo . Ottantaquattro le vittime di questo secondo attacco terroristico che ha sconvolto non solo i norvegesi, ma tutto il mondo (la Farnesina sta verificando la presenza di italiani).


La polizia non ha nessun dubbio: i due episodi sono collegati tra loro. Ancora da accertare i dettagli, ma il quadro generale è chiaro. Non si tratta di terrorismo internazionale di matrice islamica, ma di un piano studiato dagli estremisti locali, che vogliono scardinare il sistema politico nazionale (discutibili le prime pagine di Libero e Il Giornale).


Il premier Jens Stoltenberg ha parlato: "Dobbiamo reagire e dobbiamo farlo in nome della democrazia. Prenderemo i colpevoli e li metteremo di fronte alle loro responsabilità. Non ci distruggerete". Intanto su Twitter è possibile monitorare la situazione norvegese.


Anders Behring Breivik.jpg Fermato Anders Behring Breivik, 32enne arrestato in relazione ai due attacchi. L'Adnkronos spiega: Sul suo profilo Facebook (ora non più disponibile) Breivik si definiva "celibe", "cristiano" e "conservatore" e tra gli interessi elencava il "body-building" e la "massoneria". Sulla sua pagina Twitter, lo scorso 17 luglio, Breivik ha postato una citazione del filosofo inglese, John Stuart Mill: "Una persona con un credo ha altrettanta forza di 100.000 persone che non hanno interessi".


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO