Cannibale slovacco Matej Curko, si indaga su trenta ragazze scomparse

La polizia italiana collabora con quella slovacca per scoprire l'identità delle vittime del cannibale Matej Curko.

kanibal-matej-curko-kysak-les-policajti.jpg


Sono trenta le ragazze italiane scomparse che corrispondono al profilo segnalato alla polizia italiana dall'Interpol nel dossier sul cannibale slovacco Matej Curko.


Le forze dell'ordine, come leggiamo sul Corriere, ha già richiesto ai colleghi slovacchi le prove biologiche e i test sui reperti che sarebbero stati trovati nel frigorifero 'archivio' del cannibale. Una volta estratto il Dna si potranno effettuare i confronti con le famiglie delle ragazze scomparse.


Ma contemporaneamente si segue anche un'altra pista: quella delle tracce telematiche.

Curko infatti online usava un nickname, 'kanibm', e una mail, kanibm@volny.cz. Grazie all'analisi delle mail sono state trovate tracce delle due vittime certe dell'uomo (Lucia Uchnarova di Snina e Elena Gudjakova), ma l'archiviazione del provider è a tempo e le tracce di contatti avvenuti prima del 2009 potrebbero essere state cancellate per sempre.


Altri indizi potrebbero emergere dall'analisi delle e-mail delle ragazze scomparse e dal controllo dei viaggi e degli spostamenti delle vittime, anche se sembra improbabile che il cannibale possa aver viaggiato in Italia.


(fonte immagine)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO