Amy Winehouse morta: rubate lettere e canzoni inedite dalla sua casa

Mitch Winehouse, il padre di Amy, ha denunciato il furto: una ventina le persone sospettate di aver portata via brani inediti, libri di poesie e lettere.

winehouse-amy.jpg


Canzoni inedite, lettere ed effetti personali di Amy Winehouse, morta lo scorso 23 luglio, sono state trafugate dalla sua casa nei giorni successivi al decesso. E' stato il padre Mitch a denunciare il furto, minacciando che appena tornerà a Londra farà di tutto per smascherare i responsabili.


I sospettati sarebbero una ventina, vale a dire le persone che hanno avuto accesso alla casa di Camden, nel nord di Londra, dopo la morte della diva. Sconvolti i familiari di Amy, ma anche i discografici che ancora dovevano decidere cosa fare con le canzoni inedite della cantante.

Una persona vicina ad Amy ha rivelato infatti al Sun: "E' stato uno shock per la famiglia sapere che qualcuno possa arrivare a tanto. Non riescono a crederci. Mitch è furioso. La famiglia, la casa discografica e i manager non sanno ancora cosa fare con i brani inediti. Per questo è orribile che siano stati portati via".


Oltre alle canzoni e ad alcune lettere, dalla residenza di Camden sono state portate via pure poesie di Amy. Oltre che per la mancanza di rispetto nei confronti della cantante, l'entourage è preoccupato che chi ha messo le mani sugli inediti possa volerci speculare sopra. Non sarebbe difficile vista l'enorme popolarità che Amy Winehouse aveva da viva e che, dopo la morte, è aumentata esponenzialmente.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO