Omicidio Meredith ultime notizie: al processo d'appello parla il sostituto procuratore Giancarlo Costagliola

Leggi le ultime novità sul processo d'appello a Raffaele Sollecito e Amanda Knox.

amanda knox- policiers60_979625c.jpg


Come leggiamo su Repubblica nel corso dell'udienza di ieri il sostituto procuratore generale Giancarlo Costagliola si è rivolto così ai giudici della corte d'Assise e d'Appello di Perugia nel corso della sua requisitoria durante il processo d'appello a Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox:


"Mi auguro che nel decidere vi sentiate un po' genitori di Meredith Kercher, una ragazza seria e discreta alla quale Amanda e Raffaele hanno impedito di vivere"


Per l'omicidio della studentessa Meredith Kercher, uccisa a Perugia il primo novembre del 2007 con una coltellata alla gola, i due imputati erano stati condannati in primo grado rispettivamente a 25 e 26 anni. Entrambi però si proclamano innocenti.

Il magistrato ha aggiunto:


"C'è stata una campagna ossessiva in particolare da parte di giornali e tv italiane, che ha fatto sentire tutti genitori di Amanda e Raffaele, due ragazzi di buona famiglia tenuti in carcere dall'ostinazione della Procura. Mi auguro invece che nel decidere vi sentiate un po' genitori di Meredith"


Nel corso dell'udienza è nuovamente saltata fuori la questione delle tracce di Dna:


"Negare la presenza del dna di Meredith Kercher e Raffaele Sollecito sul coltello e sul gancetto, è una falsificazione scientifica della realtà [...] l'attribuzione del dna a Meredith e a Sollecito è da considerarsi assolutamente sicura"


(fonte immagine)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO