Processo Meredith, parla la famiglia: "Faremo appello"

Leggi qui le dichiarazioni della famiglia Kercher dopo la sentenza di assoluzione per Amanda Knox e Raffaele Sollecito.

kercher_1011454c.jpg


"Rispettiamo la decisione dei giudici ma non comprendiamo come sia stato possibile modificare completamente la decisione di primo grado. Restiamo comunque fiduciosi nel sistema giudiziario italiano, sperando che la verità possa finalmente essere accertata"


Così hanno commentato i familiari di Meredith Kercher la sentenza di assoluzione per Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Questa mattina, come leggiamo sul Corriere, a Perugia si è tenuta una conferenza stampa: presenti la madre di Mez, Arline, la sorella Stephanie e il fratello Lyle.

Tutti sono apparsi composti, ma fermi. Stephanie ha dichiarato:


"Finché non si conosce la verità non possiamo perdonare nessuno [...] Aspettiamo di vedere le motivazioni della sentenza, certo tra il primo grado e l'appello ci sono stati due risultati molto diversi, tuttavia manteniamo fiducia nella giustizia italiana"


Lyle ha aggiunto:


"Abbiamo accettato la decisione, rispettiamo la corte. Non siamo il partito dei colpevoli. Siamo quelli che vogliono sapere quello che realmente è successo. I pm hanno detto che faranno appello in Cassazione e noi continueremo a cercare la verità"


Sullo sfondo della vicenda comunque resta aperto un dubbio, ribadito anche dal fratello della studentessa uccisa:


"Se Amanda e Raffaele sono stati assolti ci chiediamo allora chi ha collaborato con Rudy Guede, condannato in via definitiva, all'omicidio di Mez?"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO