Mapello centro commerciale: l'ex 'cantiere' del caso Yara Gambirasio

E' stato inaugurato a Mapello il centro commerciale "Continente Mapello". Gli investigatori del caso Yara Gambirasio avevano perlustrato il cantiere in lungo e in largo senza però trovare indizi.

yaragambirasio3.jpg


Il 'cantiere di Mapello', di cui tanto si è parlato nelle indagini sulla scomparsa prima e sulla morte poi di Yara Gambirasio, non c'è più: i lavori sono stati portati a termine e nei giorni scorsi il centro commerciale è stato aperto al pubblico.


E' passato quasi un anno dalla tragica vicenda, e ancora non è stato individuato nessun colpevole.

Il Corriere qualche giorno fa però ricordava che 


"quel luogo non sembra comunque destinato ad uscire di scena. Perché qui portarono, nei giorni immediatamente successivi alla scomparsa di Yara, i cani molecolari. Qui lavorava Mohamed Fikri, il marocchino fermato al largo di Genova perché sospettato, sulla base di intercettazioni telefoniche controverse o mal tradotte, di essere l'assassino. E a questo luogo sembrano ricondurre tutti gli altri indizi finora emersi: dalla polvere di cantiere trovata nei polmoni della ragazzina al taglierino da piastrellista ipotizzato come arma del delitto. Senza trascurare che anche uno degli ultimi segnali emessi dal telefonino di Yara la sera di undici mesi fa fu registrato dalla cella telefonica di Mapello"


I carabinieri sono tuttora convinti che molte risposte si potevano trovare proprio in quel luogo.


Intanto in occasione dell'inaugurazione, come riporta Bergamo News, Emilio Lombardini, ai vertici insieme al padre dell'omonimo gruppo proprietario del centro commerciale, ha rivolto un pensiero alla ragazzina e alla sua famiglia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO