Marco Pantani processo: la Cassazione assolve il pusher dell'ultima dose

Il pusher che ha venduto la dose letale di cocaina a Marco Pantani è stato prosciolto dall'accusa di aver provocato la morte del ciclista. Cosa ne pensate?

pantani-dscf0014.jpg


La Cassazione ha prosciolto Fabio Carlino dall'accusa di aver provocato la morte per overdose di Marco Pantani insieme ai pusher Fabio Miradossa e Ciro Veneruso.


Leggiamo sul Corriere che Carlino era stato accusato di aver venduto al ciclista cocaina purissima e in primo e secondo grado, era stato condannato a quattro anni e sei mesi di reclusione oltre a 19 mila euro di multa e al risarcimento pari a 300 mila euro in favore dei famigliari di Pantani.

Il sostituto procuratore generale della Cassazione Oscar Cedrangolo, nella sua requisitoria, ha detto di


"aver avuto la sensazione che la spettacolarizzazione data dai media alla morte di Pantani, abbia spinto i giudici di merito ad una eccessiva attribuzione di responsabilità"


Tonina Belletti, mamma di Marco Pantani, dopo la sentenza ha espresso tutto il suo dissenso:


"È una vergogna, non c'è giustizia, anzi, è stata fatta ancora una volta dell' ingiustizia, quanto accaduto è incredibile. Non esiste giustizia, in Italia si possono rovinare le persone e poi farla franca. Eravamo certi di vincere, ma io non mi abbatto. Ci sono aspetti inspiegabili di tutta questa vicenda, dentro di me c'è una tristezza enorme. C'è stato un primo grado del processo in cui si è iniziato a comprendere chi poteva essere il colpevole, poi tutto è stato confermato in sede di appello, mentre la Cassazione ha finito per dire il contrario. Non esiste giustizia"


Dello stesso avviso il papà del Pirata, Paolo:


"Prima hanno distrutto Marco, e ora vogliono distruggere anche noi. È evidente che sotto questa tragedia c'è qualcosa di poco chiaro. Certe cose non dovrebbero succedere. Tutti sanno come sono andati i fatti, tutti sanno di chi è la responsabilità della morte di nostro figlio, ma non riusciamo ad ottenere giustizia. In Italia tante cose non vanno e fra queste c'è anche il nostro caso. Comunque io tengo duro, c'è Marco ad aiutarci, è lui a darci la forza, da lassù"


(fonte immagine)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO